PIL invariato negli ultimi 20 anni in Macedonia

Nonostante un grande ottimismo, dopo la proclamazione di indipendenza, la Macedonia si ritrova in un periodo di profonda crisi. Non vi sono risparmi da parte dei cittadini, la disoccupazione è al 35% e non vi sono investimenti stranieri diretti. I salari della popolazione macedone sono tra i più bassi di tutti i Balcani, tanto che il salario medio mensile è di 221 euro.

Un altro fattore preoccupante è il deficit commerciale, dato che aumentano le importazioni, ma le esportazioni non crescono. Questo problema sembra essere individuato nella produzione di prodotti non finiti e materiali grezzi, non sfruttando in maniera ottimale le strutture presenti nel territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*