Ti trovi in:--Diario di viaggio sul Monte Đeravica

Diario di viaggio sul Monte Đeravica

A causa del potenziale pericolo rappresentato dalle mine presenti in alcuni versanti del Monte Đeravica, della mancanza di mappe decenti e di mezzi di trasporto pubblico efficienti, ho partecipato a uno dei pochi tour organizzati a livello locale, su questa affascinante vetta del Kosovo.

Il mio diario di viaggio si riferisce al 16 giugno 2013, data in cui, insieme a un gruppo organizzato, ho intrapreso l’ascesa al Monte Đeravica. Non si è trattato di uno dei classici tour turistici, ma di un’attività ricreativa organizzata da un club di montagna di Pristina. Con l’aiuto di una guida alpina macedone con contatti con il Kosovo, ho avuto modo di conoscere questo tour e sono stato invitato a partecipare. Gli unici costi che ho sostenuto riguardavano le spese per il trasporto, il campeggio e il cibo, che tutti i partecipanti dovevano pagare solo, per coprire i costi.

Giorno 1 diario di viaggio Monte Đeravica: 15 giugno 2013

Il giorno prima della salita mi sono trovato con alcuni amici macedoni e con un gruppo di alpinisti kosovari a Pristina. Con un fuoristrada siamo andati insieme da Pristina a Junik e da Junik al campeggio ai piedi del monte Đeravica. La strada è molto selvaggia, abbiamo dovuto attraversare fiumi, pendii ripidi e in parte fangosi, oltre che sentieri pietrosi. Senza un’adeguata trazione integrale e anche in condizioni di meteo sfavorevoli, probabilmente non saremmo stati in grado di affrontare l’ultimo tratto di strada.

Arrivati al campo, le condizioni climatiche erano ottime. Lì abbiamo trovato altri alpinisti ed escursionisti, principalmente kosovari, che si erano già accampati. Il campeggio si trova in un bellissimo paesaggio con pascoli verdi, piccoli torrenti e un fantastico panorama con vista sulle montagne.

Alla sera ho partecipato alla festa del campeggio. All’inizio è stato molto divertente, c’erano a disposizione molti liquori tipici e musica per ballare. Più tardi, qualcuno aveva alzato un po’ troppo il gomito e alcuni giovani ubriachi hanno iniziato delle sparatorie amichevoli” con le loro pistole. Alcuni degli ospiti mi hanno riferito che questa è una tradizione del luogo (anche se non più accettata dalla maggior parte delle persone). Io, come altri, mi sono sentito un po’ a disagio, sapendo che i proiettili volavano sopra le nostre teste. Alla fine mi sono ritirato nella mia tenda. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito durante quella notte.

Giorno 2 diario di viaggio Monte Đeravica: 16 giugno 2013

La mattina successiva è iniziata con un bel cielo blu dove splendeva il sole. Abbiamo fatto colazione e poco dopo è iniziata la nostra ascesa al monte Đeravica. Le guide locali facevano strada, mentre tutti gli altri escursionisti le seguivano. In alcuni tratti era possibile vedere i sentieri, ma non c’erano segnavia, mentre in altri vi erano dei falsi sentieri che non conducevano da nessuna parte. Sono stato molto contento che le guide conoscessero la giusta strada per per arrivare in vetta.

Più su, abbiamo fatto una pausa in un piccolo lago di montagna a forma di dente. Nonostante fossimo a metà giugno, era ancora ghiacciato e circondato da neve. L’ultima parte della salita non presentava neve. Si tratta di un’ascesa diretta verso la cima, che sulla sommità ha una bandiera albanese.

Lago sul monte Djeravica

Il percorso che abbiamo affrontato è stato tecnicamente facile e l’intero tour, incluse alcune pause, è durato circa 6. Sono abbastanza sicuro che negli altri giorni questa montagna ha pochissimi escursionisti e non mi sentirei di consigliare l’ascesa di questa cima senza l’aiuto di una guida locale.

Chi decide di salire sul monte Đeravica sarà ricompensato da un bellissimo paesaggio, oltre che da un’esperienza in una zona di montagna in gran parte sconosciuta e poco visitata per gli standard europei. Le persone del posto e dei club di montagna del Kosovo sono molto amichevoli, ospitali e accoglienti. Sono felici di conoscere persone provenienti da altre nazioni che hanno interesse per il loro paese e la loro natura.

2017-12-28T20:53:30+00:00 15 gennaio 2018|Categories: Viaggio in Kosovo|

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.